chiudi
News / News Locali / News Nazionali

VILLA S. GIOVANNI Autismo, fondamentale la sinergia ed il lavoro di rete tra i vari operatori

I relatori Pina Filippello, Rocco Cassone, Ketty De Gregorio e Giacomo Romeo

I relatori Pina Filippello, Rocco Cassone, Ketty De Gregorio e Giacomo Romeo

Villa san Giovanni 3 aprile 2019 – Apprezzato e riuscito l’incontro-dibattito di ieri su “SinergiAutismo”organizzato in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo. L’incontro, promosso dal Centro di Psicologia, psicoterapia e riabilitazione psicologica “PsicoAzione” di Ketty De Gregorio – coadiuvata dalle collaboratrici Veronica Basile, Denise Borzumati, Jessica Vazzana, Miriam Vazzana, Nazarena Santoro e Olimpia D’Accunto – ha focalizzato il tema del dibattito sull’importanza del lavoro di rete, tra specialisti, famiglia e scuola con lo scopo di massimizzare i risultati e muoversi tutti nella stessa direzione. A stimolare il dibattito gli interventi introduttivi di specialisti che si misurano quotidianamente per la diagnosi e terapia del disturbo dello spettro autistico. Come Rocco Cassone, medico pediatra, che nel trattare il tema sui “Segni, sintomi e nuove acquisizioni nella diagnos” ha relazionato sui disturbi del neurosviluppo con particolare riferimento all’importanza della diagnosi precoce. Sulle cause ancora poco conosciute, sono state avanzate teorie su una predisposizione genetica ed altre basate su fattori ambientali, considerando che i segni ed i sintomi sono rintracciabili nei primi sei mesi di vita. Le difficoltà nell’interazione sociale si manifestano ad esempio con la scarsa attenzione del bambino a sorridere, nel non  ricercare le attenzioni neanche attraverso il contatto visivo e non girarsi se chiamato ed altre anomalie nel movimento. Recenti ricerche condotte su gemelli omozigoti affermano che se uno dei gemelli è affetto da autismo c’è un’alta percentuale che l’altro manifesti la stessa sintomatologia, mentre nei gemelli eterozigoti la percentuale è pari all’1%.

IMG-20190403-WA0010

Le collaboratrici del “Centro PsicoAzione”

Mentre la professoressa Pina Filippello, docente di psicologia clinica e dello sviluppo presso l’Università di Messina, ha affrontato il problema del trattamento dei bambini autistici soffermandosi sull’approccio comportamentale, considerato dalla letteratura scientifica, come il migliore per la riabilitazione dei disturbi del neurosviluppo per quanto riguarda il trattamento aba, sottolineando inoltre l’importanza della formazione che non necessariamente corrisponde alla certificazione. La psicologa Ketty De Gregorio, introducendo il tema su “La qualità della vita dei genitori dei bambini con autismo”, ha ben chiarito il concetto di famiglia in un’ottica ecosistemica segnata da transizioni che prevedono cambiamenti e una ridefinizione dei ruoli, come la transizione alla genitorialità, evento altamente stressante in sè. Spiegando che in ambito psicosociale la letteratura si è concentrata sul paradigma stress and coping (riferito alle strategie adattive che cerchino di ridurre lo stress). Nell’evoluzione della genitorialità, la disabilità del figlio – cioè quando il figlio immaginato non corrisponde al figlio reale – è un evento critico che richiede supporto psicologico alle famiglie volto a favorire sia l’accettazione della disabilità che l’acquisizione di adeguate competenze di parenting. A tal proposito è stata presentata una ricerca sulla percezione della qualità della vita tra un campione di genitori di bambini con disturbo dello spettro autistico e uno di bambini con sviluppo tipico. Dai risultati si evince una discrepanza tra i primi che percepiscono un maggiore livello di stress, si sentono poco supportati socialmente tanto da sperimentare un ritiro sociale e un alto grado di insoddisfazione personale. Le conclusioni affidate a Giacomo Romeo, psichiatra, che nel chiedere proprio se il soggetto autistico è un essere che si sottrae al mondo oppure è un essere che si sente sopraffatto dal mondo del quale conserva comunque una radente nostalgia e dunque continua a cercarlo, ha stimolato il dibattito con gli interventi di alcuni genitori ed insegnanti che hanno, commuovendo la platea, raccontato concrete esperienze di vita quotidiana. Univoca infine la richiesta agli specialisti è arrivata da più parti per ampliare le proposte informative e formative e costruire una rete sinergicamente efficace.

IMG-20190403-WA0009

 

 

 

Fonte:

Comunicato Stampa “Centro di Psicologia, psicoterapia e riabilitazione psicologica – PsicoAzione” di Ketty De Gregorio
via delle Filande, 27
Villa San Giovanni (RC)
Tel. +39 348 4035486

 

 

 

 

 

Articoli correlati:

Autismo A Villa san Giovanni il 2 aprile “SinergiAutismo” incontro-dibattito sulla consapevolezza

 

Condividi

Recupera password

Register